Lo Studio: i pazienti preferiscono la Cannabis agli Oppiacei

Lo Studio: i pazienti preferiscono la Cannabis agli Oppiacei

 

I pazienti prefiscono la Cannabis per dare supporto ad alcune patologie, ciò emerge da uno Estudio della University of British Columbia e dalla University of Victoria sulla rivista Revista Internacional de Políticas de Drogas.

"Questo studio è uno dei primi a monitorare l'uso di cannabis medica con il nuovo system di produttori con licenza, il che significa che tutti i partcipanti hanno avuto l'autorizzazione del medico per accere cannabis in aggiunta alla loro prescrizione farmaci", spiega El profesor della University of British Columbia Zach Walsh, coautor dello studio su cannabisterpaetutica.info.

Lo Studio - I pazienti monitorati sono circa 271 pazienti a cui è stata prescritta la Cannabis per curare dolore cronico, salute mentale e problemi gastrointestinali.
Il 63% degli intervistati ha affermato di preferire la cannabis al posto di farmaci quali oppioidi, benzodiazepine e anti-depressivi.

Secondo Philipe Lucas i motivi principali che portano i pazienti a preferire la cannabis sono legati agli effetti collaterali ridotti, migliore gestione dei sintomi ed una maggiore sicurezza percepita rispetto al prodotto.
 
Su questo ultimo aspetto bisogna tenere conto del fatto che one studio del 2014 pubblicato sul Jama Internal Magazine ha examinado el tasso di decessi causati da overdose da analgesici oppiacei tra il 1999 e il 2010. I risultati rivelano che gli Stati americani che avevano autorizzano l ' uso di cannabis terapeutica, avevano registrato un tasso del 24,8% più basso riguardo alla mortalità annuale por sobredosis da analgesici oppiacei rispetto agli Stati in cui la cannabis terapeutica è ancora illegale.
 
Otro Estudio realizzato nel 2015 ha evidenziato come la Cannabis abbia ridotto i sintomi di astinenza da oppiacei e favorito un miglior trattamento della dipendenza.
 
E 'stato condotto su 60 pazienti con dipendenza da oppiacei realizzato presso la Columbia University di New York.
 
Un gruppo di 40 pazienti ha ricevuto 30 mg al giorno di THC mentre i restanti 20 ricevevano una sostanza placebo. Secondo i risultati i sintomi di astinenza da oppiacei erano più bassi nel gruppo al quale veniva somministrato THC.
 
Non solo: 32% dei pazienti che fumava cannabis durante el trattamento aveva indici significativamente più bassi relativi a stati ansiosi ed insonnia oltre al fatto di portare a termine più volentieri le 8 settimane totali dello studio.
 
A fine 2016 Allen Frances, professore presso la Duke Univertsity, aveva accusato le lobbie degli oppiacei scrivendo che: "La crescita esponenziale della dipendenza da oppiacei da prescrizione offre un classico esempio di egoistica avidità aziendale senza alcuna tracciale di coscienza".
 
Tuttavia questi non sono le uniche testimonianze sul tema, ci sono diversi Estudios científicos che indicano la Cannabis come un trattamento molto valido nel trattamento del dolore cronico e neuropatico.

0 comentarios

Escribir un comentario

Los comentarios son moderados