Infiorescenze di Canapa, quali sono i rischi per chi le purchase?

Infiorescenze di Canapa, quali sono i rischi per chi le purchase?

 

Quando i prodotti alimentari trasformati dalla Canapa potranno godere dello status di “prodotto agricolo”? Una domanda a cui si è tentato di dare una risposta durante l'assemblea di FederCanapa che si è tenuta a Firenze, dopo l'approvazione della Ley sulla Canapa era necesario un momento de confronto por tarifa il punto.

Nel corso dell'Assemblea Michele Rizzini, socio di Federcanapa tramite la sua società KDM srl di Mantova, ha chiesto quando e se i prodotti alimentari trasformati dalla canapa potranno godere dello status di “prodotto agricolo”. Secondo l'imprenditore Il vantaggio competitivo che si potrebbe ottenere da tale riconoscimento arrivalrebbe fino al 30%.

“Chiede anche come funzionerà per la canapa il mercado nascente del florovivaismo in merito alle infiorescenze e quali sono i rischi a cui sono esposti gli purchasenti di piantine, nonché se le infiorescenze essiccate possono essere vendute come profumatori d'ambiente, prodotti per aromatizzare ecc. "

Circa il mercato ortoflorovivaismo la Legge da un indirizzo favorevole al commercio della pianta intera: "Dalla canapa coltivata ai sensi del comma 1 è possibile ottenere coltivazioni destinate al florovivaismo". Il senatore Della Tor non ravvisa la necessità di controlli capillari presso gli purchasenti delle piantine: semplici accortezze quali una ricevuta fiscale della pianta aquistata metterebbero al sicuro il privato da qualsiasi eventuale denuncia.  

Giuseppe Cannazza, esperto di chimica organica e ambientale, ha ricordato che comunque il non utilizzo dell'infiorescenza, a causa delle normative e nonostante la nuova legge, sottrae notevole potenzialità di reddito alla filiera della canapa, poiché è una delle oggi aerca livello industriale.

E 'intervenuto anche l'onorevole Terrosi che tornando sul problema dell'infiorescenza ha confermato le carenze del nuovo testo legislativo affermando che il "mondo canapa" può ancora aspettarsi di tutto, dal semplice decreto ministeriale all'ulteriore modifica del testo di legge.

“Fondamentale per Terrosi è come spendere i fondi stanziati dallo stato e dalla nuova legge; tale scelta a suo avviso va presa a livello di filiera e non solo del mondo della ricerca. Concluya un pequeño aserto così come aveva comunque fatto anche Dalla Tor la disponibilità a lavorare e modificare nonché implementare la legge insieme agli imprenditori del settore su questioni concrete e pratiche di un mercato attivo della canapa ”.

0 comentarios

Escribir un comentario

Los comentarios son moderados